Una nuova legge contro il voto di scambio

La norma contro il voto di scambio è legge: approvato oggi in Senato il nuovo 416 ter, la legge che annulla i voti sporchi ottenuti tramite accordi tra politici e mafiosi Roma, 14 maggio 2019 – La legalità vince ancora una volta contro la mafia. Il Movimento 5 stelle ha approvato oggi in Senato il nuovo 416 ter, la legge a prima firma del senatore M5S Mario Michele Giarrusso che annulla i voti sporchi, ottenuti tramite accordi tra politici e mafiosi. Il MoVimento 5 Stelle li ha sempre condannati, adesso è possibile combatterli efficacemente con un provvedimento ad hoc che amplia la platea dei punibili, rende più facile individuare il voto di scambio politico mafioso e innalza le pene.

«Il voto di scambio tra i politici e i mafiosi – dichiara la senatrice Elisa Pirro, capogruppo in Commissione Bilancio del Senato – è ancora radicato e rappresenta un attacco al cuore della democrazia. Combatterlo era un obiettivo fondamentale del Movimento 5 Stelle: oggi quest’obiettivo è stato raggiunto ed è diventato legge. Con la riforma varata in Senato è previsto infatti un inasprimento delle pene che potranno arrivare a quindici anni di carcere e fino a 22 anni e mezzo di condanna con le aggravanti speciali. Si tratta di un segnale forte per il Paese: l’Italia ha ora strumenti nuovi e più efficaci per combattere le mafie. Fuori la mafia dallo Stato e dalla politica!».

La mafia è un virus che da sempre affligge le istituzioni, persone come Falcone e Borsellino hanno dato la vita per sconfiggerlo. Grazie al nuovo 416 Ter possiamo evitare abusi di potere a vantaggio di pochi e a danno di molti. Sì dunque a pene più severe per politici e mafiosi che si accordano.

LA NORMA CONTRO IL VOTO DI SCAMBIO È LEGGE! 

Aspettavamo da tanto questa legge, adesso è realtà #ViaLaMafiaDallaPolitica


Lascia un commento

Your email address will not be published.Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.