Coronavirus: in Piemonte una situazione disastrosa

I parlamentari piemontesi del MoVimento 5 Stelle si aspettano risposte dal presidente della Regione Alberto Cirio sulla drammatica inadeguatezza mostrata dal sistema sanitario regionale

L'unità di crisi della Regione Piemonte
L’unità di crisi della Regione Piemonte

«In Piemonte dall’inizio dell’emergenza per il Coronavirus – commentano in una nota i parlamentari piemontesi del Movimento 5 stelle – sono morte più di 2400 persone, è la terza regione dopo Lombardia ed Emilia Romagna. Ieri sera un servizio di Report ha mostrato falle nella gestione di ogni tipo. La sanità piemontese poteva contare solo su 287 posti in terapia intensiva, il Sisp ha mostrato una totale inefficienza con medici di famiglia che mandavano segnalazioni su sospetti casi Covid senza ricevere risposte. Pazienti rimasti senza tamponi, email scomparse, assenza di assistenza territoriale tramite le Usca, nessun dispositivo di protezione individuale idoneo per gli operatori sanitari. Piano contro le pandemie completamente disatteso e solo due laboratori per processare tamponi. La procura di Torino ha aperto un’inchiesta. Dal presidente della Regione Alberto Cirio ci aspettiamo risposte sulla drammatica inadeguatezza mostrata dal sistema sanitario regionale. Per non parlare del dramma delle Rsa dove, secondo l’ultimo rapporto Iss, tra Covid positivi e sintomi simil influenzali, sono morte 172 persone e non parliamo nemmeno di tutte le strutture. Una situazione a dir poco disastrosa».

Clicca sull'immagine per vedere il servizio di Report
Clicca sull’immagine per vedere il servizio di Report

 

 


Lascia un commento

Your email address will not be published.Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.